A.s. 2016/2017: bilancio formazione nelle scuole

Formazione AVA nelle scuole: bilancio positivo per l'anno scolastico 2016-2017

Si è concluso l'anno scolastico 2016-2017, e con esso l'iniziativa promossa da AVA con l'obiettivo di portare l'educazione ambientale nelle scuole dei Comuni soci. Un ciclo di lezioni in classe e visite agli impianti – Centri Comunali di Raccolta per gli istituti primari, strutture di stoccaggio, selezione, smaltimento e recupero energia per i secondari – che ha coinvolto in totale più di 2.600 studenti di età diverse, dalle elementari alle superiori.

Gli istituti che hanno partecipato sono in tutto 39, le classi 127: le scuole primarie sono state 24 62 classi aderenti, le secondarie 15, con 67 classi. È un risultato più che soddisfacente, soprattutto se confrontato con i numeri dello scorso anno scolastico, il 2015-2016, quando gli studenti coinvolti erano 1.500, suddivisi in 74 classi di 25 scuole. Una crescita delle adesioni che parla di un aumento di interesse verso l'educazione ambientale, considerata un valore fondamentale per la formazione dei cittadini del futuro.

Positive sono anche le valutazioni dell'esperienza che la maggior parte degli studenti ha dato nei questionari conclusivi: gli alunni delle primarie, in particolare, hanno dimostrato di aver molto apprezzato sia le attività in aula che le visite ai CCR dei propri Comuni. Giudizi favorevoli anche da parte dei ragazzi di medie e superiori, che si sono detti in maggioranza soddisfatti di lezioni in aula e visite agli impianti AVA di Schio.

Le scuole che hanno scelto di aderire all'iniziativa provengono da tutto il territorio dell'Alto Vicentino, con una netta maggioranza di istituti primari e secondari da Thiene e Schio, ma con una nutrita presenza anche dagli altri Comuni della zona.

“Quelli che abbiamo raccolto in questa sorta di bilancio finale sono dati incoraggianti – dichiara Carlo Lovato, Presidente di Alto Vicentino Ambiente – che ci mantengono nell'intenzione di ripetere l'iniziativa anche il prossimo anno, con il costante sforzo di renderla interessante ed educativa per gli studenti. Il futuro sono loro, ed è nostro dovere aiutarli a sviluppare una coscienza territoriale matura e sensibile al tema della sostenibilità ambientale.”


Informativa sulla Privacy - Credits - Informativa Cookie