Al via l’educazione ambientale nelle scuole con Alto Vicentino Ambiente

Al via l’educazione ambientale nelle scuole con Alto Vicentino Ambiente

Grande interesse sul tema dei rifiuti nelle scuole del territorio, iscritte 24 scuole primarie e 14 secondarie per un totale di oltre 2600 studenti coinvolti

Anche quest’anno Alto Vicentino Ambiente offre alle scuole primarie e secondarie dei Comuni soci, la possibilità di approfondire la tematica dei rifiuti attraverso attività di formazione in classe e le visite agli impianti.

I percorsi formativi hanno l’obiettivo di far conoscere il ciclo di gestione dei rifiuti, l’importanza della raccolta differenziata e sensibilizzare sulle opportunità di tutela ambientale che ci vengono offerte da un’efficiente gestione dei rifiuti.

Per le scuole primarie è previsto un incontro in aula in cui i bambini potranno educarsi alla gestione dei rifiuti anche attraverso una specifica attività ludico-didattica e una visita guidata presso il Centro Comunale di Raccolta del Comune in cui è sito l’istituto. Stesso trattamento nelle scuole secondarie di primo e secondo grado che avranno inoltre la possibilità di vedere le strutture di stoccaggio, selezione, smaltimento e recupero di energia di Schio.

La visita presso le strutture ha lo scopo di far conoscere come avviene il ciclo integrato dei rifiuti nel nostro territorio, da quando si producono, come si riciclano e smaltiscono al fine di incentivare comportamenti quotidiani incentrati sulla prevenzione e riduzione dei rifiuti, oltre che sviluppare una coscienza critica sulla questione.

Ad oggi si sono iscritte 24 scuole primarie e 14 scuole secondarie per un totale di 127 classi aderenti e oltre 2600 studenti coinvolti. Numeri in netta crescita rispetto agli anni precedenti che - come dichiara il Presidente di AVA Carlo Lovato - “fanno ben sperare in una sensibilizzazione sempre più capillare sul tema la cui finalità è l’adozione delle migliori pratiche di igiene ambientale che iniziano con la riduzione dei rifiuti, proseguono con il riciclo e, soltanto per la parte residua, con l’avvio a smaltimento con recupero energetico. Grazie a questa azione contiamo di coinvolgere le famiglie degli alunni, portando benefici e risultati sempre più significativi in termini di qualità della raccolta. Vogliamo allargare le occasioni per il consolidamento di una coscienza territoriale più matura e più critica, e attivare riflessioni sulla sostenibilità ambientale negli studenti di oggi, ovvero gli adulti e gli utenti dei servizi di domani.”

La formazione nelle scuole prende il via a gennaio e si protrarrà fino a marzo.

visite impianto 1.jpg

Informativa sulla Privacy - Credits - Informativa Cookie