Raccolta differenziata nell’Alto Vicentino

Raccolta differenziata nell’Alto Vicentino: organizzazione, gestione e risultati

Quando parliamo di raccolta differenziata (RD) parliamo di Rifiuti Solidi Urbani (RSU) che subiscono una prima selezione o differenziazione in base alla tipologia di rifiuto da parte delle utenze domestiche e non.

Separare correttamente i rifiuti è un passaggio fondamentale per una corretto trattamento. I rifiuti che differenziamo possono essere destinati al riciclaggio, al compostaggio o alla termovalorizzazione, quest’ultimo nel caso del solo residuo indifferenziato.

Nei Comuni serviti da Alto Vicentino Ambiente utilizziamo 3 differenti sistemi per fare la raccolta differenziata:

- raccolta tramite contenitori: quelli più comunemente utilizzati sono le campane stradali. Questo metodo presenta alcuni vantaggi, tra cui la possibilità per l'utente di conferire i propri rifiuti in qualsiasi momento e minori costi di raccolta;

- raccolta differenziata porta a porta: sono i cittadini a conferire i rifiuti nei marciapiedi fuori casa o in appositi bidoni che saranno successivamente ritirati e svuotati dagli incaricati del servizio. Questo metodo permette un controllo della correttezza con cui la singola utenza effettua la raccolta differenziata, e quindi l'erogazione di sanzioni in caso di conferimenti erronei; consente inoltre all’ente l’applicazione della tariffa puntuale;

- la raccolta differenziata presso i Centri Comunali di raccolta (CCR): aree attrezzate dove a giorni ed orari prestabiliti i cittadini residenti nel determinato Comune si possono recare per conferire sia parte dei rifiuti raccolti con il porta a porta che altre più specifiche come Raee, pile, lampadine, batterie, medicinali, olii esausti, ingombranti, ecc..

LA GESTIONE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

Ottimizzare la raccolta significa migliorare la qualità del territorio e dell’ambiente e, contestualmente, di contenere le risorse.

Come si evidenzia dalla tabella 1 qui sotto, oggi come Alto Vicentino Ambiente gestiamo numerose tipologie di raccolta differenziata, perché ogni Comune ha scelto di adottare un suo sistema di raccolta.

Quasi tutti i Comuni hanno il porta a porta (PP) del secco/residuo, alcuni, come Marano Vicentino, Santorso, Sarcedo e Schio anche per carta e plastica.
L’umido viene quasi completamente gestito con i bidoni zonali, eccetto per Breganze, Cogollo del Cengio, Marano Vicentino, Torrebelvicino e Velo d’Astico che prediligono il porta a porta.

comuni porta a porta 3.png
Tab. 1


Dal 1 gennaio 2018 i Comuni del bacino hanno convenuto di arrivare a dotarsi di due sole tipologie di raccolta per filiera.

RIFIUTO RESIDUO E RACCOLTA DIFFERENZIATA: RISULTATI

Il rifiuto residuo trattato nel nostro territorio è un mix di secco e spazzamento stradale.

Nel 2015 abbiamo raccolto 63.214 tonnellate di rifiuto urbano di cui 21.972 di rifiuto residuo e 41.243t di raccolta differenziata.

Come si può vedere dal grafico a torta nella tabella sotto riportata, il 65,24% del rifiuto deriva dalla raccolta differenziata.

Torta2015.png
Tab 2

COSA DIFFERENZIAMO

I rifiuti che vengono differenziati sono : umido, carta e cartone, vetro, verde, scarti legnosi, imballaggi in plastica e metallo, abiti, banda e alluminio, oli vegetali, pneumatici, farmaci, cartucce toner, accumulatori, batterie, contenitori di sostanze pericolose, oli minerali, terre e rocce, rifiuti particolari, RAEE, ingombranti avviati a recupero.
torta divisa per tipologia rifiuti.png
Tab.3


Nella tabella 3, la voce “altri rifiuti” comprende una percentuale convenzionale del 30% del rifiuto ingombrante avviato a recupero. La R.D. di “imballaggi in plastica/metallo” è calcolata al 76% del rifiuto prodotto, come previsto dal nuovo metodo di calcolo.

QUANTO COSTA IL SERVIZIO?

I comportamenti virtuosi vanno premiati e, grazie alla buona qualità di raccolta che stanno facendo i cittadini del nostro bacino possiamo vantare un costo medio per abitante inferiore, oltre che alla media italiana, a quella regionale.

Il costo Ava nel 2015 è di 93,47 euro abitante contro i 137,5 euro della Regione Veneto e dei 165,09 euro del territorio nazionale.

E’ POSSIBILE DIFFERENZIARE TUTTO?

Anche i sistemi più articolati di raccolta differenziata risentono ancora di un quantitativo di rifiuto indifferenziato che non può essere destinato al riciclo, pertanto questa frazione di residuo, coerentemente con le indicazioni della Commissione Europea, deve essere destinata a smaltimento con produzione e recupero di energia.

COME MIGLIORARE LA RACCOLTA?

In linea con la gerarchia dei rifiuti stabilita dalla Direttiva europea 2008/98/CE (prevenzione, riutilizzo, riciclaggio, recupero per altri scopi - come l’energia e lo smaltimento) anche Alto Vicentino Ambiente punta sulla prevenzione.

Oltre a campagne sul corretto conferimento dei rifiuti indirizzate ai cittadini, investiamo tempo ed energia nell’organizzazione di percorsi formativi di qualità nelle scuole. La migliore prevenzione è la riduzione dei rifiuti laddove possibile, per fare questo interveniamo nelle scuole con operatori professionali e organizziamo visite presso i nostri Centri Comunali di Raccolta, per gli istituti primari, e nei i nostri impianti di stoccaggio/selezione e smaltimento/recupero di energia, per gli istituti secondari di secondo grado.

Lo scorso anno abbiamo organizzato più di 50 interventi nelle scuole, sensibilizzando oltre 1500 studenti che hanno a loro volta sensibilizzato la popolazione più adulta, in particolare le famiglie, portando effetti positivi sulla qualità della raccolta.

I nostro territorio è uno spazio di vita condiviso, è la nostra casa comune, tutti dobbiamo prendercene cura e preservarlo per le prossime generazioni, lasciando loro un ambiente pulito e salubre.


Informativa sulla Privacy - Credits - Informativa Cookie