Servizi

La produzione di energia elettrica


energia elettrica

L’energia contenuta nei rifiuti, usati come combustibile, viene convertita in vapore ad alta temperatura e alta pressione e da questo, attraverso il ciclo termico, in energia elettrica.


Le tre linee di produzione
    Il vapore prodotto da ciascuna delle tre linee dell’impianto viene utilizzato nelle rispettive turbine a vapore multistadio a condensazione con spillamento regolato, di potenza pari a 3015 kW per la linea 1, 2240 kW per la linea 2 e 4500 kW per la linea 3. Le turbine a vapore sono collegate ai rispettivi generatori elettrici per la trasformazione di energia meccanica in energia elettrica, immessa sulla rete di media tensione (20.000 V).

L’energia elettrica che l’impianto di termovalorizzazione produce viene in parte utilizzata per il fabbisogno dell’impianto stesso. La parte restante è immessa nella rete elettrica.

Energia Erogata
    La produzione di energia elettrica si attesta sui 34.000 MWh annui, di cui circa 12.000 sono consumati per il fabbisogno di impianto e palazzine uffici, 22.000 sono ceduti al mercato elettrico.

Il recupero energetico derivante dalla combustione dei rifiuti permette di risparmiare tonnellate di combustibili fossili e ciò si traduce in una riduzione di emissioni in atmosfera.

Rifiuti sinonimo di Energia
    I dati 2018 sulla produzione di energia elettrica e sui rifiuti trattati permettono di effettuare dei calcoli:
    - energia elettrica prodotta: 35.709.000 kWh
    - rifiuti trattati: 86.058.000 kg
    - energia prodotta per ogni kg di rifiuti = 0,41 kWh/Kg
    La combustione di circa 2,5 kg di rifiuto produce quindi 1000 Wh, utili a tenere accesa una lampada da 60 W per più di 16 ore oppure una moderna lampada a basso consumo da 20 W (equivalente a una lampada tradizionale da 100 W) per circa 50 ore.




Informativa sulla Privacy - Credits - Informativa Cookie